Emily Dickinson 1354 –

Seek – it is Yourself.

LIVINGWOMEN

Italian/English                                 
La Capitale della Mente è il Cuore -
La singola Regione della Mente
insieme al Cuore forma
un solo Continente - 

Una, d'entrambi, è la Popolazione -
in sufficiente quantità ve n'è -
Tu cerca questa estatica Nazione -
non è altri che Te.

                            heart and mind

The Hearth is the Capital of the Mind -
The Mind is a single State -
The Hearth and the Mind together make
A Single Continent - One - is the Population -
Numerous enough -
This ecstatic Nation
Seek - it is Yourself.

View original post

Cheers #2

alla tua incoerenza

alla tua inadempienza

alla tua incostanza

alla tua presunta superficialità

alla tua assenza

al tuo Ego-

ma soprattutto

alla mia ingenuità

to your incoherence

to your non-fulfillment

to your inconstancy

to your presumed shallowness

to your Ego.

but most of all

to my greenness

Mrs Right&MrWrong

Non c’è niente come la donna giusta per farti sentire l’uomo sbagliato.

There is nothing like the right woman to make you feel the wrong man.

(Ivan dalla Mea)

– e viceversa –

(M.K.)

LIVINGWOMEN

Non c’è niente come la donna giusta per farti sentire l’uomo sbagliato.

There is nothing like the right woman to make you feel the wrong man.

– e viceversa –

“Roses”

See today I’m having one of them days where
I just don’t want to be bothered,
but it seems like you can’t understand that because it’s your way or no way,
but check this out
And I’m really,  really sick and tired of you steppin’ into my little box
When I just don’t want to be bothered okay,  so check this out.

I’ve had my ways, and I’ve had my share of ups and downs.
I’ve been in trouble, and I couldn’t tell my ups from downs
I’ve been your baby,  and I don’t know why it don’t seems like that no more

welcome to this new definition of love:

It ain’t all roses hey,
flowers imposing hey
said it…

View original post 276 altre parole

Il post(o) delle donne – Women’s place

Ci ho pensato a lungo: il posto delle donne, è accanto ad esse stesse.

Trovare  la forza di restarci accanto, stare dalla nostra parte, senza farci logorare dal senso di colpa e dal senso del dovere verso gli altri.

Un uomo  prende una decisione e poi sa anche di dover rimanere dalla parte di se stesso; per difendersi  e  per difenderla. Una donna prende una decisione e subito dopo si sente in colpa per averla presa, comincia a domandarsi se prendendola ha causato dolore a qualcuno, diventa fragile. Rimane lì insicura aspettandosi che, come le hanno insegnato sin da piccina, arrivi qualcuno a prendere le sue difese per giustificare a se stessa prima che agli altri ciò che ha osato fare. Spesso si stratta semplicemente di aver detto un no, oppure basta di fronte ad una situazione che non la faceva più stare bene. Ma che cosa disdicevole per una brava bambina!

Non si tratta di imparare ad essere insensibili, ma ad essere giuste con noi stesse, questo sì. Si deve diventare più sagge, accettare che parte del vivere è fare delle scelte. E che qualsiasi scelta si faccia, questa comporterà anche una perdita.

Non si può sempre conciliare tutto, non si può essere sempre perfette, non si può sistemare ogni cosa, non ci si può sempre comportare bene. Di più, ci sono delle situazioni in cui non è giusto farlo.  Non per gli altri accidenti, per noi!

Ecco spiegato perché non riusciamo ad avere un progetto nostro senza sentirci allo stesso tempo in colpa per aver desiderato qualcosa anche per noi. Solo per noi.

Io non voglio questo, né per me né – per quel che può contare – per tutte le altre donne che mi stanno accanto. Perchè significherebbe smettere di essere se stesse,  perché sono secoli che ci incartiamo in nome della conciliazione e della buona educazione e delle esigenze altrui –  che vengono sempre insindacabilmente non si sa nemmeno il perché ma è un dato di fatto e noi comunque ci comportiamo esattamente come se lo fosse – prima delle nostre esigenze e delle nostre necessità. E sì, poi diventiamo scontrose. Soprattutto con chi ci sta più vicino perché noi non siamo capaci di fare per noi quello che pretenderemmo gli altri facessero per noi.

Oh questo sì, siamo sincere, è un meccanismo prettamente femminile. E’ anche quello che spesso e volentieri, dopo un paio d’anni di relazione stabile, manda tutto a puttane.

Sì, sono una bambina cattiva. Perché ho deciso di volermi bene e di pensare un poco a me stessa. Giudicatemi pure, ora. Accomodatevi.

My funny Valentines

Precious little Angel  (s)
Take a look at what you’ve done
Well I thought my time was over
But it’s only just begun
Precious little angel
You’re my own sweet turtle dove
Won’t you stay with us for ever
In a bundle full of love

I was lost until you came
Precious little angel
Won’t you spread your light on me
I was locked up in the darkness
Now you’ve come to set me free
I was covered up with sadness
I was drowned in my own tears
I’ve been cynical and twisted
I’ve been bitter all these years

I was lost until you came
I was lost until you came

And wouldn’t I run a thousand miles
To be with you
And wouldn’t I run a thousand miles
To be with you

Precious little angel
Tell me how can it be true
That such a gift from heaven
Has been sent for me and you
Precious little angel
Don’t you worry don’t you cry
When this bad old world has crumbled
I’ll be standing at your side

well I was lost until you came